La costa tra Rodi Garganico, San Menaio, Peschici e Vieste

Rodi Garganico Foto Case Villaggi Residence Spiagge Hotel

La costa da Rodi Garganico fino all'estrema punta del Gargano passando per San Menaio, Peschici e Vieste

 
Rodi Garganico è come una rosa ancora in boccio, aggrappata alla collina bagnata dal mare. Con i suoi giardini di aranci e limoni, è una piccola capitale degli agrumi del Gargano. Ma c'è anche un sostentamento dalla pesca e dal commercio, in particolare con la costa dalmata. In estate la sua economia è prettamente turistica. I monumenti da vedere sono una chiesa in stile romanico dedicata alla Madonna della Libera, il portale dell'antico castello della Marchese di Cavaniglie, e il campanile della chiesa in stile bizantino di San Nicola di Mira.
San Menaio, una stazione del Comune di Vico del Gargano, è un posto piccolo, con una torre doganale. Qui si trova la più bella della spiaggia del Gargano, amata dai bagnanti, turisti e campeggiatori. Si tratta di un centro turistico in una valle meravigliosamente verde, con ville sparse tra gli aranceti, e la sua pineta che è di fama internazionale, dopo San Menaio la costa del Gargano è una serie di curve, ognuna delle quali offre una diversa e splendida vista. Dopo un lungo tratto in salita, la strada si allarga e diventa improvvisamente una terrazza affacciata sull'infinito. Qui si deve fermare, e ammirare l'interminabile distesa azzurra da torre Monte Pucci, un antico bastione costruito tempo fa, quando questi luoghi furono oggetto di incursioni saracene. A sinistra, una lunga distesa di pini si estende e nasconde i declivi scoscesi che arrivano fino al mare profondo che brilla sotto il sole con milioni di scaglie d'oro. A destra della torre di Monte Pucci, al di sotto dove il mare fa' da sfondo, sporge uno sperone di roccia su cui vi è un intrico di travi e reti: questo è il trabucco, un dispositivo di pesca di antica tradizione che deriva dai tempi dei Fenici. Quando una delle travi marcisce è sostituita da una nuova, in modo che la costruzione originale rimanga inalterata.
Peschici è arroccato su una roccia, bella di giorno, ma ancora più bella di notte. Di giorno le sue case bianche acquistano la luminosità di perle rosa, sullo sfondo del cielo, di notte il luogo è splendente di luci che che si unisce allo splendore delle stelle. C'è un castello medievale appartenente ai monaci dell'abbazia di Tremiti, che fu ricostruita nel 17 ° secolo. Ci sono numerose caverne e grotte nei dintorni di Peschici, che offrono riparo dal calore del sole. Alcuni di loro (come S. Nicola con la sua bella spiaggia) sono grandi come cattedrali.
Al di là di Peschici, lungo la costa verso Vieste, un rinomato centro turistico, Punta San Nicola e Manacore. Il suo bel nome ricorda la calda ospitalità della gente del Gargano. Questi, rocce coste e grotte, e la campagna con la sua bella vegetazione, sono avvolti in pace. La costa è un susseguirsi di piccoli promontori e pianure.
Gli spazi aperti sono circondati da pini, le creste delle colline da vari tipi di alberi, e la zona verso Vieste è fra gli olivi giganteschi. Dopo Peschici, la strada di scorrimento veloce offre una splendida vista, a pochi chilometri dalla costa, attraversa colline boscose e coperte di olivi.
Vieste è senza dubbio una delle più antiche città della Daunia. Lungo la costa di Vieste, le grotte sono belle e, come a Peschici e Vico del Gargano, si trovano reperti archeologici dell'età della pietra. Gli scavi effettuati tra il 1953 e il 1954 hanno rivelato, intorno alla chiesa di Merino, i resti delle mura romane, che hanno confermato l'importanza di Merino, che ha un acquedotto e fognature. Vieste, tuttavia, conserva ancora le caratteristiche di una città antica. Arroccato sulla cima di alte rocce, e vigilata dal castello svevo che si trova ancora, a dispetto delle tante guerre che ha visto, sembra una nave sulla punta estrema del mare Adriatico. La parte vecchia di Vieste sorge su una penisola, la chiesa di San Francesco alla sua estremità. I monumenti notevoli sono la Cattedrale S. Maria di Merino, che un tempo era monumentale nel suo splendore con dipinti e statue; numerose tombe del periodo protostorica e paleo-cristiano, ed un castello del periodo di Federico II. La curiosità è suscitata dal monolito chiamato Pizzomunno, 26 metri di altezza, e l'isola-roccia su cui sorge il faro, il luogo è circondato da numerose spiagge, al centro del paese c'è la spiaggia di «Marina Piccola», a nord quella di S. Lorenzo e a sud quella del «Castello», nota per la sua sabbia fine che è adatta per bagni caldi. Negli ultimi anni, come per magia, sono sorte tante strutture ricettive come villaggi e campeggi che sono pieni di genti provenienti da tutto il mondo, e di alberghi di tutte le tipologie.

 

 

La costa tra Rodi Garganico, San Menaio, Peschici e Vieste

Gargano vacanze la tua vacanza in Puglia tel.  0884701080   - 0884704385   E-mail: info@gargano-vacanze.com