In giro per il Gargano per visitarlo

Itinerari diversi attraverso cose antiche per visitare il Gargano, per vedere e fare nel Gargano :
Per mare - tutti i giorni, con partenza dalle Baie o dal porto di Vieste e Peschici, visita alle grotte lungo la costa garganica.
Tutti  i giorni, con partenza da Peschici e da Vieste, motonave per le Tremiti che vengono raggiunte nel tempo di ore 1.
PASSEGGIATE A CAVALLO  in diverse località:  in giro per la Foresta Umbra - la Forestale ha tracciato e segnalato 15 sentieri diversi con tempi di percorso ragionevoli: da 1 a 3 ore massime. Si ha così, la possibilità di attraversare e raggiungere, in piena sicurezza e tranquillità, zone particolarmente interessanti. È una piacevole occasione per vedere, sentire, vivere la Foresta in modo diverso.
Presso il Centro visitatori in Foresta. è possibile osservare daini e mufloni in semilibertà ed è possibile visitare un piccolo, ma interessante, Museo che espone strumenti di selce, ecc. Andata e ritorno via Madonna di Merino 70 km circa. È possibile ed interessante rientrare toccando Vico - S. Menaio - Peschici - 75 km circa. La Riserva è attraversata da due importanti rotabili e, perciò, facilmente raggiungibile. La presenza di sentieri pedonali anche didattici, con tabelle indicatrici e divulgative, percorribili con Mountain bike, di aree per il parcheggio, la sosta ed il pic-nic, la presenza di un laghetto artificiale una volta funzionale alla vicina dismessa segheria, ne fanno una delle mete preferite dai numerosissimi turisti che, specie nel periodo primaverile-estivo, visitano il Parco nazionale del Gargano.
Come arrivare: La Riserva è raggiungibile, in auto, dall'autostrada A14 Adriatica, uscendo al casello di Poggio Imperiale-Lesina, e percorrendo la strada a scorrimento veloce del Gargano in direzione Vico del Gargano, fino al termine della stessa, si seguono poi le indicazioni per Foresta Umbra-Monte Sant'Angelo. La Riserva dista circa 13 chilometri.
Servizi per i visitatori: sono in funzione il Centro Visitatori delle riserve naturali statali del Gargano (diorama del Gargano, tabelloni espositivi, reperti litici, xiloteca, ricostruzione di una stazione di carbonai, arboreo didattico), l'Ufficio informazione, sentieri pedonali, aree di sosta e da pic-nic attrezzate. Il museo è aperto dalla Domenica delle Palme fino al 30 settembre dalle ore 9.00 alle 18.00, si può prenotare nel restante periodo (Tel. 0884/88055).  

Riserve Naturali in Puglia

Foresta Umbra: Falascone e Foresta Umbra      Frattarolo    Ischitella Carpino   Isola di Varano   Lago di Lesina    Monte Barone  Salina Margherita di Savoia (Il Monte e Masseria Combattenti)  Sfilzi
Martina Franca: Murge orientali    San Cataldo  Stornara (Marinella Stornara)

PER CHI AMA la MOUNTAIN BIKE La Comunità Montana del Gargano ha stampato un dépliants/guida in cui vengono segnalati e illustrati, in modo chiaro, 15 itinerari diversi. È possibile prenderne visione presso la Direzione. Usare strade sempre nuove per scoprire posti nuovi, nuova gente, nuovi paesaggi. Oppure per cogliere questi aspetti reconditi e nascosti della natura e dell'ambiente che sono negati al frettoloso automobilista dalle veloci e moderne superstrade. C' è un angolo d'Italia che sembra fatto apposta per esprimere fino in fondo il fascino discreto della bicicletta: il Gargano.  Questi gli Itinerari della La festa del cicloturista | Lungo la via sacra | In mezzo alle pinete | Andando tra mare e lago | Tra mare e monti | Gran fondo | Il paradiso degli scalatori | Lungo le strade più... |
Una palestra di ciclismo | Tra olivi e pinete | Lungo gli antichi pascoli | Un tuffo nella storia | Passeggiata nella natura | Pedalare in amicizia | Dove il turismo celebra... |

Architetture religiose
Abbazie
* Abbazia di Calena (o di Kàlena) (Peschici), edificata nel V secolo d.C. è l'abbazia più antica d'Italia, monumento nazionale sin dal 1951, nonostante presenti un discreto stato di conservazione è ridotta in stato di abbandono e necessita di un urgente restauro conservativo.
* Abbazia di Monte Sacro (Mattinata)
* Abbazia di Pulsano (Monte Sant'Angelo), complesso monastico edificato nel 591 d.C.
* Abbazia di San Pietro in Cuppis (Ischitella), risalente al X secolo d.C.
* Abbazia di Siponto (Manfredonia)
* Abbazia di Santo Stefano alla Sperlonga, (Mattinata)
* Abbazia di Santa Maria a mare (Isole Tremiti), fondata nel III secolo d.C.

Chiese, conventi e santuari
* Basilica di Santa Maria Maggiore di Siponto (Manfredonia), risalente al VI secolo d.C.
* Basilica di Padre Pio, (San Giovanni Rotondo. Progettata da Renzo Piano, contiene sculture interessanti di Arnaldo Pomodoro
* Chiesa di Santa Maria (Devia), (San Nicandro Garganico), gioiello del Romanico pugliese pugliese, con preziosi affreschi risalenti anche al XII secolo d.C.
* Cattedrale di Manfredonia, risalente al 1300, distrutto e ricostruito nel 1700
* Santuario della Madonna della Libera (Rodi Garganico, risalente al XV secolo.
* Santuario di San Michele Arcangelo (Monte Sant'Angelo), edificato nel V secolo d.C. e fulcro del secolare culto micaelico garganico
* Santuario di Santa Maria di Stignano (San Marco in Lamis): Posto sull'antica Via Francigena, è uno dei primi santuari mariani del Foggiano e una delle più notevoli architetture del 1500.
* Convento di San Matteo (San Marco in Lamis), imponente struttura che ospita un'ottima biblioteca.

Palazzi
* Palazzo Fioritto (San Nicandro Garganico)
* Palazzo della Bella (Vico del Gargano)


Architetture militari
* Castello di Monte Sant'Angelo, risalente al IX secolo d.C.
* Castello Normanno Aragonese di San Nicandro Garganico
* Castello svevo-angioino-aragonese di Manfredonia
* Castel Pagano di Apricena, imponente struttura edificata nel IX secolo che domina un borgo abbandonato verso la fine del Settecento

Torri costiere
* Torre dei Preposti (San Menaio), Torre Calarossa e Torre Mileto (San Nicandro Garganico) ed altre 23 Torri costiere del Gargano

Siti Archeologici
* Agnuli (Mattinata), antichi frantoi risalenti all'epoca romana
* Avicenna (Carpino), località dove probabilmente sorgeva l'antica Uria, attualmente sono visibili le terme e la necropoli altomedievale della villa romana.
* Grotta Paglicci (Rignano Garganico), sito famoso per la presenza di tracce preistoriche e protostoriche.
* Necropoli di Monte Saraceno (Mattinata)
* Sant'Annea (San Nicandro Garganico), un'antica ed estesa villa romana fondata in Età repubblicana
* "I Pannoni" (Cagnano Varano), grotte con reperti risalenti al V - VII secolo d.C.. Altre (XVIII e XIX sec d C) risultano interessanti per la metodologia usata per scavare la roccia. Nella stessa zona sono ancora visibili i segni di un ipogeo funerario paleocristiano ed i resti di un antico e suggestivo "villaggio rupestre".
* Scavi Archeologici di Pirro Nord (Apricena), i cui ritrovamenti fossili risalenti a 1.5 milioni di anni fa, hanno messo in crisi l'ipotesi secondo cui la colonizzazione dell'Europa degli ominidi provenienti dall'Africa fosse partita dallo stretto di Gibilterra[23]. Oltre ai vertebrati fossili, sono stati ritrovati molti manufatti litici.[23].

Siti di interesse naturalistico
* Foresta Umbra
* Dolina Pozzatina (San Nicandro Garganico), la dolina più grande d'Europa
* Grotte costiere
* Grotta dell'Angelo (San Nicandro Garganico), con pitture rupestri risalenti al Paleolitico
* Grotta di San Michele Arcangelo (Cagnano Varano e Monte Sant'Angelo)
* Oasi agrumaria di Rodi Garganico, giardini di agrumi che hanno reso nota la cittadina del Gargano
* Oasi di Lago Salso (Manfredonia)

Musei
* Museo Grotta Paglicci[30] con alcuni dei 45.000 reperti ritrovati nella grotta abitata dall'uomo preistorico tra 200.000 e 10.000 anni fa (Paleolitico). Nella mostra-museo sono presenti calchi, tra cui quello della sepoltura della donna di Paglicci, ed è possibile partecipare ad interessanti laboratori didattici.
* Museo naturalistico del Lago di Lesina, con un acquario composto da 14 vasche in cui è possibile vedere numerose specie ittiche del Lago di Lesina e una mostra sugli antichi attrezzi per la pesca e arredi tradizionali locali. Nella Sala museo Raffaele Centonza, sono esposti reperti (recuperati grazie ad uno scavo archeologico effettuato in seguito ad una bonifica algale) sepolti da sedimenti limosi del fondale lagunare, che appartengono a sette tombe a fossa, scavate nella roccia calcarea, contenenti corredi funerari databili tra l'VIII ed il IV secolo a. C.
* Museo Nazionale di Manfredonia presso l'imponente Castello Svevo, nato nel 1980, mostra reperti risalenti all'antica civiltà Dauna (VI e VII secolo a.C.). Oltre alla ceramica impressa e le selci risalenti al Neolitico, molto interessante è la mostra delle stele daune (oltre 1500)
* Museo Civico di Mattinata che raccoglie reperti di corredi tombali e circa 20 teste scolpite rinvenute sul monte Saraceno,risalenti all'antica civiltà dauna
* Museo Devozionale della Basilica di S. Michele che raccoglie oggetti devozionali legati alla storia del Santuario e oggetti di arte bizantina e longobarda.
* Museo delle Arti e Tradizioni Popolari G. Tancredi, situato nel convento francescano, conserva materiale demologico, raccolto da Giovanni Tancredi, etnologo e filologo, della cultura e delle tradizioni garganiche dal Seicento fino al Novecento. Ospita una mostra intitolata Gli antichi abitanti del Gargano ed espone i reperti archeologici e corredi tombali provenienti dalla località Ciminiera.
* Museo Civico di Vico del Gargano, che ospita reperti archeologici provenienti dalla necropoli di Monte Tabor di età che vanno dal paleolitico inferiore, al neolitico ed all'età del ferro.
* Museo Civico archeologico di Vieste con reperti tra cui corredi tombali completi risalenti a circa 10.000 anni fa, tra cui punte di lance e frecce ed iscrizioni daunie su pietra dal IV al I secolo a. C.
* Raccolta etnografica del Centro Studi Pugliesi, con una interessante raccolta delle voci dialettali pugliesi, riguardanti aneddoti di vita quotidiana e della saggezza popolare e una mostra di attrezzi e oggetti delle arti e mestieri dei primi del Novecento

 

Itinerario Cattedrali nel Gargano
Bovino: Cattedrale dedicata a S. Maria Assunta , d'origine bizantina, ricostruita in forme romaniche. Iniziata nel X sec., completata nel XII sec.
Manfredonia: Cattedrale eretta nel 1680 dopo la distruzione del precedente Duomo gotico ad opera dei Turchi
Vieste: Cattedrale dedicata a S. Maria Oreta . Più volte rifatta nel corso dei secoli


Itinerario Santuari nel Gargano
Bovino - Santa Maria di Valleverde
Cagnano Varano - Grotta di San Michele
Lesina - San Nazario
Manfredonia - Santa Maria di Siponto
San Leonardo di Lama Volara Monte Sant'Angelo - San Michele Arcangelo Ripalta - Santa Maria dì Ripalta
San Giovanni Rotondo - Santa Maria delle Grazie, Casa di Padre Pio
San Marco in Lamis - Santa Maria di Stignano, San Matteo
Vieste - Santa Maria dì Merino

Itinerario Cripte chiese rurali nel Gargano
Cagnano Varano: A poco più di 2 km. dall'abitato si trova la Grotta di San Michele. Secondo la tradizione, vi apparve l'Arcangelo San Michele (pellegrinaggio I'8 maggio)
Peschici: A qualche chilometro dal paese, verso Vieste, l'Abbazia di Santa Maria di Calena, sorta probabilmente nella seconda metà del IX sec. Nell'interno una pregevole antica statuetta lignea della Madonna col Bambino.
Vico del Gargano: Poco fuori il paese, la chiesa della Madonna del Carmine, adiacente al convento dei Cappuccini. Conserva un grande polittico secentesco a 6 scomparti e altre tele di scuola napoletana. Nel piazzale antistante il convento, vegeta un gigantesco elce secolare.

Itinerario Castelli nel Gargano
Ascoli Satriano: Palazzo ducale quadrilatero, rimaneggiamento di un castello cinquecentesco
Bovino Castello costruito dal normanno Drogone, amplialo da Federico II. Trasfor mato nel XVIII sec. da fortilizio in palazzo ducale dei Gonzaga
Carpino Resti di un castello svevo, ripetutamente rimaneggiato
Ischitella Castello baronale (XIII sec.)
Manfredonia Castello svevo ideato nel 1260 da Manfredi e portato a termine da Carlo : d'Angiò ad opera dell'architetto militare Pietro d'Angicourt
Monte Sant'Angelo I ruderi del grandioso castello portano l'impronta normanno-sveva ed ara gonese
Peschici Castello medievale. Ricostruito nel XVII sec
Sannicandro Garganico Castello baronale (XV sec.) costruito dai Della Marra
Isole Tremiti Isola S. Nicola: abbazia fortezza fondata nell'VIII sec. dai Benedettini di Montecassino ed ingrandita nel 1237 dai Cistercensi
Vico del Gargano Resti di un castello svevo (1240), ricostruito nel XIV sec
Vieste Castello svevo. Trasformato in fortezza rinascimentale tra il XVI e XVII sec.

Itinerario Borghi medievali nel Gargano
Apricena II suo borgo antico è insediato attorno al Pai. Baronale del 1658, che incorpora gli avanzi del Castello di Federico II (un torrione cilindrico con bifora . Nelle adiacenze, i resti dell'antica chiesa Parrocchiale di San Martino con un campanile poligonale del 1282
Ischitella II borgo antico è costituito dal rione la Terra con il Pai. Baronale costruite dal Principe Finto. Vi è nato Pietro Giannone, giurista, economista e sierico (16764748)
Monte Sant'Angelo II borgo medievale è costituito dal rione  Junno  con archi, scalinate e casette dalle bianche pareti costruite a gradoni sui fianchi della montagna San Giovanni Rotondo
II nucleo antico sorge alla estremità est dell'abitato ove sorge la Chieselta di San Giovanni della Rotonda
Sannicandro Garganico Dal castello costruito dai Della Marra (XV scc.), passando sotto ad un?. graziosa loggetta in Corte S. Giorgio, si entra nel quartiere medievale di Terra vecchia con le sue stradine strette e le casette bianche di calce
Vieste L'antico borgo, percorso da vicoli, scalinate ed archi, tra piccole case bianche, è insediato sulla penisoletta di S. Francesco con la chiesa omonima

Itinerario Musei Gallerie e biblioteche nel Gargano
Manfredonia Museo delle antichità Daune (in allestimento nel Castello). Custodisce le famose stele danne
Monte Sant'Angelo Museo folkloristico. Raccoglie materiale -folkloristico garganico
Vieste Raccolta Comunale. Contiene vari reperti archeologici provenienti dai dintorni e specie da Merino

Itinerario Aree archeologiche e preistoriche nel Gargano
Ischitella Nelle vicinanze del casello ferroviario è stato scavato e rinvenuto nel 1953 uno stabilimento termale romano, adattato in età tarda a sepolcreto. Da questa zona provengono gli avanzi archeologici dell'antica Uria
Mattinata Dalle pendici del vicino Monte Saraceno è venuta alla luce una necropoli, scavata nel 1959, che ha dato abbondanti reperti archeologici tra cui, bronzi, vasi dauni, sculture ecc. Buona parte di questo materiale è custodito nel Museo Nazionale di Taranto. Alcuni esemplari si possono ammirare presso la farmacia del dott. Matteo Sansone a Mattinata
Manfredonia In località Masseria Coppa levigata, è stato rinvenuto un importante villaggio eneolitico e in località Fontanarosa sono venuti alla luce numerosi reperti provenienti da una necropoli indigena di età ellenistica e raccolti nel Museo di Manfredonia, tra cui singolarissime stele incise

Itinerario Grotte doline puli nel Gargano
Cagnano Varano Grotta di San Michele adibita a culto
Mattinata Grotte marine di notevole bellezza
Monte Sant'Angelo Grotta di San Michele, famoso santuario Vallone di Pulsano e dei Romiti. Profondo burrone di spettacolare bellezza e con una vista panoramica sul Tavoliere e sul golfo di Manfredonìa. Fu frequentato da eremiti, vi è l'antica Badia di Santa Maria di Pulsano
Peschici Grotta di San Nicola (marina) Grotta di Manacore, preistorica e sul mare
Rignano Garganico Grotta Paglicci con pitture rupestri preistoriche
San Giovanni Rotondo Grava dì Campolato, la più profonda della Puglia
San Marco in Lamis Grotta di Montenero (carsica) Dolina di Pozzantino, la più grande in Italia
Vieste Grotte di Santa Maria di Merino o del Saraceno, usate per catacombe e con un ruscello che proviene dal profondo di una delle grotte, formante una palude a ridosso della spiaggia

Itinerario Foreste boschi e pinete nel Gargano
Cagnano Varano Loc. Foce Varano-Foce Capoiale , superfìcie ha. 826, vegetazione: pino marittimo e d'aleppo
Monte Sant'Angelo Loc. Coppa Guardiola , superficie ha. 4888, vegetazione: bosco alto fusto e ceduo semplice, puro e misto
Peschici Loc. Monte Pucci , superficie ha. 3583, vegetazione: bosco alto fusto e ceduo semplice, puro e misto
San Marco in Lamis Loc. Coppa dei Morti-Coppa del Monaco , superficie ha. 2548, vegetazione: bosco alto fusto e ceduo semplice, puro e misto
Sannicandro Garganico Loc. Bosco di Brancia , superficie ha. 2694, vegetazione: bosco alto fusto e ceduo semplice, puro e misto •
Vico del Gargano Foresta Umbra. Superficie ha. 11.000, vegetazione: bosco alto fusto e ceduo semplice, puro e misto. E' inserito in territorio dei comuni di: Monte Sant'Angelo, Peschici, Vico del Gargano, Vieste, Loc. Monte Pucci , superficie ha. 1607, vegetazione: alto fusto e ceduo semplice, puro e misto
Vieste Loc. Pugnochiuso-Gattarella-La Guardiola , superficie ha. 7271, vegetazione: bosco alto fusto e ceduo semplice, puro e misto


Itinerario Laghi e fiumi nel Gargano
I LAGHI:
Cagnano Varano Lago di Varano. Superficie kmq. 60,5, perimetro costiero km. 36,8, profondità massima m. 6. A livello del mare, è alimentato oltre che dall'Adriatico ;on il quale comunica attraverso canali, anche dalle acque carsiche del sottosuolo che sono abbondanti (è al settimo posto fra i laghi italiani). Pescosissimo e assai sviluppata la caccia palustre in autunno e inverno
Lesina Lago di Lesina. Superficie kmq. 51,36, perimetro costiero km. 50, profondità massima m. 2. A livello del mare, le acque lagunari sono salate perché comunicano con l'Adriatico attraverso canali. E' alimentato anche dalle precipitazioni atrnosferiche, dai valloni e da qualche falda carsica del sottosuolo (è al nono posto fra i laghi d'Italia). Buona la pesca, specie delle anguille, e la caccia agli uccelli acquatici

Itinerario Stazioni balneari nel Gargano
Torre Mileto - Lido con scogliera bassa e arenile
Capoiale - Lido con arenile
Foce Varano - Lido con arenile
Marina di Rodi Garganico - Lido con arenile
San Menaio - Lido con arenile
Peschici - Lido con arenile
Manacore - Lido con arenile
Vieste - Lido con arenile
Mattinata Baia di Mattinata - Lido con arenile
Manfredonìa Siponto - Lido con arenile Cala dei Saraceni - Lido con arenile Torre Rivoli - Lido con arenile